Condividi

SCONOSCIUTO
 
relitto SCONOSCIUTO - foto di Luca Giordani relitto SCONOSCIUTO - foto di Luca Giordani relitto SCONOSCIUTO - foto di Luca Giordani relitto SCONOSCIUTO - foto di Luca Giordani
relitto SCONOSCIUTO - foto di Luca Giordani relitto SCONOSCIUTO - foto di Luca Giordani relitto SCONOSCIUTO - foto di Luca Giordani relitto SCONOSCIUTO - foto di Luca Giordani
relitto SCONOSCIUTO - foto di Luca Giordani relitto SCONOSCIUTO - foto di Luca Giordani relitto SCONOSCIUTO - foto di Luca Giordani
 
Clicca sulle immagini piccole per cambiare l'immagine principale

Se l'immagine principale è bordata clicca per ingrandirla
  Nome:  SCONOSCIUTO
Tipo:  da definire
Anno di costruzione:  ...
Cantiere:  ... - ...  (...)  (...)
Nazionalità:  ...
Dislocamento carico normale:  ...  tonnellate
Dislocamento a pieno carico:  ...  tonnellate
Lunghezza:  ...  metri
Larghezza:  ...  metri
Immersione:  ...  metri
Apparato motore:  ...
Eliche:  ...
Velocità:  ...  nodi
Armamento:  ...
Equipaggio:  ...

Data affondamento:  ...
Causa affondamento:  ...

Note:  Da alcuni il relitto è identificato come quello del rimorchiatore SENIGALLIA della Marina militare italiana. A noi il SENIGALLIA risulta affondato in porto a Genova e ivi recuperato. Potrebbe trattarsi del TR 106.

dato disponibile per gli abbonati   dato disponibile per gli abbonati
visita la pagina abbonamento

...    dato al momento non disponibile
  Mare: Mediterraneo
Stato: Italia
Regione :  Liguria
Località:  Genova


Profondità min: 40 metri
Profondità max: 46 metri
Fondo: sabbia

Distanza da riva:
0,4 miglia

Rilevamento:
Lat:   dato disponibile per gli abbonati
Lon:  dato disponibile per gli abbonati
 

Immersione:  ricreativa / tecnica
Difficoltà:  elevata
Visibilità:  scarsa
Corrente:  assente
Reti:  assenti

Interesse
Storico:  discreto
Fotografico:  scarso
Biologico:  scarso


Foto realizzate da:
Luca Giordani

In Italia l'immersione sui relitti sommersi è spesso regolamentata da ordinanze del Circomare e delle Capitanerie di porto - Guardia Costiera.
Pertanto vi consigliamo di informarvi prima di programmare e pianificare le vostre immersioni sui relitti consultando il sito web della
Guardia Costiera o contattando telefonicamente gli uffici marittimi locali.






 <<<

 immergersi con

 pubblicazioni