Testo  di
Riccardo Masia
L'ancoraggio al relitto fattibile tramite un pedagno a 6 metri di profondit ma dato che si trova in area marina protetta necessario immergersi con i diving autorizzati. Il relitto posato su un fondale sabbioso a 33 metri, non c' posidonia, con orientamento w/e . Sul lato sinistro c' un piccolo raggruppamento di rocce nelle quali spesso si possono ammirare delle cicale.
La nave parecchio collassata anche perch negli anni 50 stata pressoch smantellata dai palombari. Si arriva sul relitto a 28 metri sul verricello di prua. Poco distante verso la poppa a volte fa capolino tra le lamiere un grosso grongo che vive li da anni. Proseguendo si costeggia lo scafo per osservare a 33 metri, sotto la poppa, delle belle pinna nobilis. Nelle giornate migliori aa poppa, sui 30 metri si pu asservare tutta la nave fino a prua. Nuotando verso prua, sul lato sx si incontrano spesso dei grossi capponi e qualche cernia di cui una albina in particolare che forse vive proprio nel relitto. Prima di risalire una puntatina a prua dove la lamiera costellata di gorgonie.
Testimoni oculari riportano che il disgraziato equipaggio sia stato mitragliato dal DOLPHINE riemerso dopo l'affondamento.






 <<<

 scheda

 storia

 foto storiche

 immergersi con

 pubblicazioni