Testo  di
Luca Sgualdini
Immersione difficile per la profonditÓ e la corrente, il relitto non sempre Ŕ pedagnato. La grande nave Ŕ divisa in due: la poppa in posizione di navigazione, la prua inclinata sul lato di tribordo orientata in direzione opposta rispetto all'altro troncone. La sabbia Ŕ intorno ai -60 m. Perennemente circondata da nuvole dense di Anthias, da branchi di dentici e da saraghi enormi ha grandi stive piene di masserizie e materiali come degli enormi tubi, termosifoni, stivali, fiale di soluzione salina, copertoni di camion e di bicicletta, una stiva a poppa Ŕ piena di granaglie. Sopra di essa svetta un grande cannone tappezzato da piccoli anemoni viola. Nel vano sottostante si trovano le munizioni e qualche grossa damigiana. La sala macchine, illuminata dai lucernai soprastanti, offre degli scorci notevoli. La nave Ŕ piuttosto grande e un'immersione certo non basta per visitarla tutta, tantopi¨ che la profonditÓ media di - 55 m non concede molto tempo.






 <<<

 scheda

 video

 storia

 foto storiche

 immergersi con

 pubblicazioni