Testo  di
Francesco Turano
Il relitto della nave giace su un fondale in forte pendenza verso la profondit, in posizione di navigazione e lievemente inclinato su un fianco, con la prua emergente rivolta verso la riva e a pochissima distanza da questa e la poppa verso il largo a 35 metri di profondit. Le strutture sono ancora in buono stato, anche se si trovano molte sagole e nylon aggrovigliati sul ponte, oltre a lembi di reti da pesca. La zona esposta alle forti correnti dello Stretto di Messina e per immergersi importante conoscere le fasi lunari e lora di stanca.
La penetrazione allinterno presenta qualche difficolt; tuttavia, con estrema cautela, possibile osservare quel che resta di alcune automobili che venivano trasportate dal mercantile. La poppa si conserva integra con lelica ed piuttosto suggestiva, specie quando nuvole di pesci trombetta si aggirano nei paraggi.
Il relitto offre rifugio a pesce bianco e a molti tipi di invertebrati (nudibranchi, poriferi e madrepore).




 <<<

 scheda

 storia

 immergersi con

 pubblicazioni